sabato 12 dicembre 2020

STELLE ALLA CANNELLA GLASSATE

Le stelline alla cannella sono dei biscotti speziati alle mandorle, profumatissimi e senza glutine e senza lattosio.

Non é una ricetta difficile ma per preparare questi biscotti ci vuole sicuramente un po' di pazienza.

La tradizione vuole che le stelline siano belle ruvide e scure in contrasto con la glassa liscia e bianchissima. 



INGREDIENTI

200 g di mandorle

100 g di zucchero a velo

1 albume

1 cucchiaino raso di cannella

1 cucchiaino di Fiordifrutta Rigoni di Asiago Mandarino e curcuma


PER LA GLASSA

150 g di zucchero a velo 

2 albumi

1 cucchiaino di succo di limone


PREPARAZIONE

Per prima cosa montate un albume a neve, incorporate lentamente lo zucchero a velo. Nel frattempo tritate finemente le mandorle e unitele all'albume, incorporate anche la cannella, e lavorate bene l'impasto fino ad ottenere un composto liscio.

Formate una palla, coprite con la pellicola e mettete in frigo per un ora a riposare.

Spolverate con lo zucchero a velo un piano di lavoro, e trascorso il tempo di riposo stendete l'impasto con un mattarello, di uno spessore di 5 mm.

Con una forno ma a stella, ricavate tante stelline e cuocetele in forno già caldo a 170° per 10 minuti circa. I tempi di cottura possono variare  da forno a forno, per cui fate attenzione.

Fatele raffreddare completamente prima di glassarle.

Intanto preparate la glassa, mescolando insieme albume, zucchero a velo e succo di limone.

Se non è abbastanza densa aggiungete altro zucchero.

Con un cucchiaino, mettete della glassa al centro della stellina e con uno stuzzicadenti allungate la glassa sulle punte. Lasciatele asciugare senza sovrapporle


venerdì 4 dicembre 2020

POLPETTE DI TACCHINO

Queste polpette sono davvero sfiziose. Una tira l'altra. 

Sono un secondo piatto gustoso e saporito che piace a tutti grandi e piccini. 



INGREDIENTI

400 g di tacchino macinato

1 uovo

3 fette di pane da toast

1 cucchiaio di parmiggiano. 

Ariosto

Sale pepe



PREPARAZIONE

Innanzitutto fate ammollare il pane in acqua e strizzatelo bene.

Mettetelo in una ciotola con il tacchino macinato, l'uovo, un po' di prezzemolo tritato, un cucchiaio di parmiggiano grattuggiato, sale e pepe e Ariosto.

Mescolate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Ricavate le polpette, grandi come una noce, e mettetele in una padella antiaderente con un po' di olio extravergine di oliva.



 Fatele rosolare e portate a cottura, girandole spesso, delicatamente. Servitele ancora calde e buon appetito.

mercoledì 2 dicembre 2020

Liquore dolce allo zenzero

Il liquore allo zenzero non è difficile da realizzare, basta riuscire a prepararlo con un po’ di anticipo, perché i residui dello zenzero devono depositarsi sul fondo prima di essere confezionati nelle bottigliette per i regali.

Oltre ad essere un simpatico regalo di Natale .. aiuta anche a digerire.



Ingredienti:

1 lt di grappa bianca
200gr di zenzero fresco
300gr di zucchero

Preparazione :

Per prima cosa pelate lo zenzero aiutandosi con un pelapatate tritatelo e mettetelo un una pentola, con lo zucchero e 400 ml di acqua.
Portate il tutto ad ebollizione e fate bollire, finché tutto lo zucchero non si sarà sciolto.
Spegnere e lasciare in infusione coperto per 24 ore.
Terminato il tempo di riposo, filtrate lo sciroppo con un colino o con un imbuto foderato con una garza. Mescolate bene lo sciroppo con la grappa, lasciatelo riposare per qualche giorno, in modo che i residui di zenzero si depositino sul fondo, dopodiché potete versare il liquore nelle bottigliette che avete acelto per i regali.
Io con queste dosi ne ho preparate 6 da 250 ml e ne è avanzato ancora un po’.


sabato 21 novembre 2020

Seppie in umido alla veneziana

Le seppie in umido a Venezia sono dette anche "in tocio", perché la parte più gustosa di questo piatto è proprio il sughetto, quindi è d'obbligo la scarpetta con il pane o la polenta. 

Questa ricetta è della famiglia di mia mamma,  veanziana da generazioni. Io però non ho messo il nero di seppia anche se la ricetta originale lo prevede, preferisco la versione "in rosso" ma se volete mettetelo pure. Ve lo inserisco comunque nella ricetta.



INGREDIENTI:

1kg di seppie lavate e pulite.
2 neri di seppia
1/2 cipolla
olio Extravergine di oliva
passata di pomodoro
vino bianco
sale e pepe

Preparazione:
Prendete le seppie pulite e lavate. Tagliatele a pezzi non troppo piccoli.Mettete sul fuoco una padella di media altezza e fate saltare la cipolla tagliata a pezzettini, con olio di oliva.
Prima che il soffritto prenda colore aggiungere le seppie e fatele rosolare.
Aggiungere il sale, ma non esagerate, le seppie sono già salatine, aggiungete il pepe e se volete le due sacche di nero.
Mescolare bene con un mestolo di legno, aggiungendo un bicchiere di vino bianco.
Appena il vino è evaporato,  aggiungete 3-4 cucchiai di passata di pomodoro.
Cuocere a fuoco lento con la pentola semicoperta per 20 minuti. se serve aggiungete dell'acqua in piccole quantità.

Buon appetito!

mercoledì 11 novembre 2020

San Martino

L'11 Novembre è tradizione nella provincia di Venezia preparare il dolce di San Martino. Se dovessi spiegare a persone di altre province di cosa si tratta potrei definirlo un super biscotto di pasta frolla farcito di glassa e cioccolatini e caramelle. 
Nella versione più antica veniva preparato anche con la cotognata. 
Il dolce ha la forma di un cavaliere con la spada e il mantello.
La leggenda racconta che San Martino stava galoppando quando incontra per strada un poveretto che stava congelando per il freddo. Allora il santo prende la spada taglia a metà il suo mantello e lo dona al povero. Poco dopo il clima si riscalda ed esce una calda giornata di sole da qui  l' estate di San Martino.




INGREDIENTI 
( per la frolla):
300 g di farina 00
90 g di zucchero
70 g di olio di mais
scorsa di mezzo limone
4 cucchiai di latte di soia
1 uovo
1/2 cucchiaino di lievito vanigliato

(per la glassa):
300 g di zucchero a velo
1 albume
alcune gocce di limone
Colorante alimentare

(per le decorazioni):
Cioccolatini 
Smarties 
Caramelle
Palline di zucchero argentate

PREPARAZIONE.
Per prima cosa preparate la pasta frolla.
In una ciotola unite l'uovo allo zucchero e mescolate fino ad ottenere una consistenza cremosa.
Aggiungete la farina setacciata e continuando a mescolare il latte , l'olio e la scorza grattugiata del limone.
Impastare bene il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Mettete l'impasto in frigo per 30 minuti avvolto dalla pellicola trasparente poi stendete la pasta spessa circa un cm e tagliatela a forma di San Martino. Io ho utilizzato uno stampo ma se non l'avete potete disegnare il San Martino in un foglio di carta da ritagliare e usare come traccia per tagliare la pasta.
Si cucina in forno statico già caldo a 170 gradi per 15 minuti o comunque finché la.frolla non comincia a diventare dorata.

Lasciate raffreddare la frolla e preparate la glassa mescolando gli albumi, lo zucchero a velo e il limone.  Potete colorare la glassa con del colorante alimentare. Decorate il San Martino mettendo la glassa in una sac a poche, aggiungete cioccolatini e caramelle e lasciate indurre per almeno 12 h.

domenica 8 novembre 2020

Torta soffice al cocco

Ho provato molte versioni di torta al cocco, questa è sicuramente quella che preferisco, perché resta morbida e servita con un po' di cioccolato e della panna (senza lattosio) è davvero squisita. 

Provatela e fatemi sapere se vi è piaciuta sono sicurissima che se amate il cocco come me, non potrete resistere e rifarla. 




INGREDIENTI per uno stampo da 20 cm

PREPARAZIONE:

In una ciotola mettete la farina 00 il lievito per dolci setacciati. Aggiungete lo zucchero di canna e le uova. Mescolate bene fino ad ottenere un composto chiaro ed omogeneo.

Unite il latte vegetale (per me di avena), l’olio e continuate a mescolare eliminando eventuali  grumi. Quando il composto risulterà ben amalgamato aggiungere la farina di cocco e lavorare energicamente il composto.

Rivestire con carta forno lo stampo di 20 cm di diametro, versare tutto l'impasto e cuocete in forno già caldo a 170 gradi per circa 30 minuti.

Prima di sfornare verificare la cottura con uno stecchino, perché i tempi di cottura possono variare da forno a forno.

Quando si sarà raffreddato spolverizzare abbondatemente con lo zucchero a velo prima si servirla. 

venerdì 30 ottobre 2020

MUFFIN COCCO E NOCCIOLATA

Questi muffin sono buonissimi e perfetti per una golosa colazione. In questo periodo un po' di incertezza ci vuole una dolce coccola per iniziare al meglio la giornata. In cottura poi .. profumano tutta la casa di dolcezza.





INGREDIENTI

150 gr farina 00 bio
40 ml olio di mais
1 Uovo bio
120 ml Latte senza lattosio o vegetale
100 gr Zucchero
50 gr cocco grattugiato
Nocciolata Rigoni di Asiago senza latte
1/2 bustina Lievito vanigliato

PREPARAZIONE

In una terrina mettete l’uovo, aggiungete lo zucchero e cominciate a sbattere con una frusta a mano. Successivamente aggiungete l’olio di mais  il latte e continuate a mescolare, a questo punto aggiungete la farina ed il lievito setacciati, per ultimo il cocco grattugiato e sbattete per bene fino a quando otterrete un impasto liscio ed omogeneo.

Sistemate il composto negli appositi pirottini riempiendoli fino a due terzi, infornate nel forno già caldo a 170 gradi statici per 15 minuti circa, fate sempre la prova stecchino per accettarvi che i dolcetti siano cotti. 

Togliete i muffin dal forno, lasciateli intiepidire, create con un levatorsoli, un foro al centro e farciteli con la nocciolata. Se vi piacciono più dolci spolverateli con lo zucchero a velo. 



domenica 25 ottobre 2020

RAGNETTI DOLCI HALLOWEEN

Questi simpatici ragnetti sono stati fatti da mio figlio cinquenne seguendo un video della sua maestra. Li ha fatti interamente sa solo perché sono davvero facilissimi.
Se avete dei bambini vi consiglio di prepararli insieme a loro, si divertiranno sia a realizzarli che poi a mangiarli. 
A me sembrano davvero carini, aspetto le foto di quelli preparati da voi...





INGREDIENTI

125 g di biscotti 
125 g di ricotta senza lattosio
2 cucchiai di nocciolata Rigoni di Asiago
1 cucchiaio di cacao amaro
Rotelle di liquirizia
Confettini colorati

1 sacchetto
1 mattarello

PREPARAZIONE

Prendete i biscotti e metteteli tutti nel sacchetto. Con l'aiuto del mattarello, riduceteli in polvere, non devono esserci pezzi grossi. 
Mettete la polvere di biscotti in una ciotola. Aggiungete la ricotta, la Nocciolata, il cacao e amalgamate bene il tutto, fino ad ottenere una palla compatta. Dividetela in 8 pezzi e ricavatene delle palline. Nel frattempo srotolate le girelle di liquirizia e tagliatele in pezzi di circa 7/8 cm. 
Infilate in ogni pallina almeno 6 gambe di liquirizia, mettete come occhi i confettini ed i ragnetti sono pronti. 
Se non li mangiate subito, conservarli in frigorifero... 



lunedì 19 ottobre 2020

Baccalà Mantecato

Uno dei miei cicchetti veneziani preferiti, sono i crostini con il baccalà mantecato. 

La ricetta che vi propongo oggi, è quella di mio suocero la prepara spesso nei Week end e questa volta ho provato a farla anche io, per fotografarla e metterla nel blog. 

Devo essere sincera, pensavo fosse più difficile. Se ce l'ho fatta io può farcela chiunque.

Ingredienti:

400g di baccalà già ammollato (qualità Ragno)
Olio di girasole bio
Sale
1 Spicchio di Aglio.

Preparazione:

Mettere il baccalà in una pentola, ricoprilo di acqua fretta e metterlo sul fuoco, quando inizia a bollire, schiumarlo e continuare la cottura per 5 minuti.
Trasferite il baccalà in una terrina con una schiumaiola senza buttare l’acqua di cottura,  pulirlo dalla pelle e dalle spine, ridurre la polpa in piccoli pezzi.

In un una terrina abbastanza capiente mettere il baccalà, 3.-4 cucchiai dell’acqua di cottura,  sale  a piacere e cominciare a "montarlo" con un cucchiaio di legno.

Aggiungere l’olio a filo, tanto quanto ne assorbe il baccalà (indicativamente mezzo bicchiere scarso), e continuare a mescolare finché non otterrete un composto cremoso, bianco e ben amalgamato.

Per accelerare questa operazione potete eventualmente utilizzare anche un frullatore ad immersione. 
Mettere in frigo a riposare, con lo spicchio d’aglio tagliato a pezzi.

Ecco qua il risultato finale:


sabato 10 ottobre 2020

Scopette di strega

Molti non saranno d'accordo con me ma lo devo proprio dire. A me halloween piace tantissimo. I bambini ridono si divertono, si travestono e girano per il paese insieme agli amici. Pure gli adulti se riescono a lasciarsi travolgere dal loro entusiasmo alla fine della giornata sono stanchi e felici.

Poi in cucina si possono inventare tante cose buone e.... mostruose. Vi lascio qualche ricetta per una festa mostruosa.

SCOPETTE DI STREGA


INGREDIENTI:
Bastoncini salati 
Formaggio senza lattosio (sottilette)
 
PREPARAZIONE
Tagliate in due le sottilette. 
Con un coltellino incidete tante striscioline sottili. Arrotolatele sul bastoncino salato come sivede nell'immagine.
Schiacciando un po' con le dita il formaggio non si sposterà.
Sono ottime per come antipasto, magari insieme a delle tartine di ragno:


E per finire ... mostro biscotti al cocco.






lunedì 21 settembre 2020

TORTA SOFFICE AL LIMONE (SENZA BURRO)

Se vi piace il profumo dei limoni, questa torta è perfetta per voi. Viene chiamata anche "pane di limone", perché ha un profumo intenso e un bel colore acceso. È perfetta per la colazione ma anche per accompagnare il tè delle 5. 



INGREDIENTI:

250 g farina di farro bio

3 uova bio

120 g di zucchero 

200 ml di succo di limone 

Scorza di 1 limone bio

80 ml di olio di mais

Lievito vanigliato.


PREPARAZIONE:

Per prima cosa preriscaldate il forno a 175° in modalità statico, grattugiate la scorza di un limone bio e mettetela in un bicchiere insieme a 200 ml di spremuta di limone. 

Prendete una terrina e lavorate e montate le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso e, aggiungete pian piano l’olio di mais, il succo dei limoni e la farina setacciata con il lievito.

Oliate e infarinate uno stampo per torta da 22-24 cm. e versate dentro il composto che avete preparato, infornate nel forno già caldo per 35  minuti circa.

Fate la prova stecchino prima di togliere la torta dal forno per verificare la cottura, se lo stecchino esce bagnato di impasto fatela cuocere ancora qualche minuto.

Una volta che la torta si sarà raffreddata, spolveratela con lo zucchero a velo.



martedì 15 settembre 2020

TORTA ALLA ZUCCA SENZA BURRO

Ecco una torta golosissima. Fatta con la zucca e con tanta tanta glassa di cioccolato… insomma una cosa non proprio leggerina ma secondo me perfetta per un momento di pausa in dolcezza. Se non volete esagerare con il cioccolato, vi posso assicurare che è buona lo stesso ricoperto di zucchero a velo.



INGREDIENTI:

270 gr di zucca (pesata senza buccia)
150 gr di farina 00 bio
50 gr di fecola di patate
120 gr di zucchero di canna
50 gr di Margarina
2 uova bio
1 bustina di lievito per dolci
Polvere di vaniglia ( o vanillina)

Ingredienti per la glassa:

200 gr di cioccolato fondente
40 gr di margarina
5 cucchiai di acqua
30 gr di zucchero a velo

PREPARAZIONE:

Tagliate la zucca a pezzi in modo tale da togliere più facilmente la buccia, quindi cuocete la polpa a pezzetti per 10 minuti (la polpa deve rimanere ben soda) , in poca acqua con un cucchiaio di zucchero.
Finché la zucca cuoce, sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, al quale va aggiunto, la margarina sciolta a bagnomaria oppure in microonde e la zucca ridotta in purea e lasciata raffreddare.
Mescolare bene il composto, aggiungere la farina, la fecola, la vaniglia e il lievito setacciati.
Versare l’impasto della torta di zucca in uno stampo a cerniera da 20-22 cm di diametro, precedentemente imburrato e infarinato.
Infornare a 175° per circa 35-40 minuti, in forno già caldo e non ventilato.
Lasciate raffreddare completamente la torta e spolverizzarla con abbondante zucchero a velo oppure ricopritela con la glassa al cioccolato. Io ve lo consiglio perché soprattutto se siete come me amenti del cioccolato.
Per preparare la glassa, sciogliete a bagnomaria il cioccolato tagliato a cubetti insieme alla margarina, ai 5 cucchiai d’acqua e allo zucchero a velo.
Ricoprite la torta di zucca con la glassa al cioccolato. Vi consiglio di mettere una grata sopra una teglia o ad uno stampo più grande della torta e di colare la glassa partendo dal centro della torta fino a ricoprirne interamente anche i bordi.
Prima di servirla lasciatela raffreddare almeno un ora in frigorifero, in modo che la glassa si solidifichi.

martedì 8 settembre 2020

Gnocchi della nonna

 

GNOCCHI FATTI IN CASA



Quando da piccolina vedevo mia nonna preparare gli gnocchi, restavo incantata a guardarla.
Si muoveva veloce e sicura e con i pochi strumenti che avevamo in casa (forchette, vecchi mestoli, la grattugia per il formaggio) creava dei veri capolavori.
Io ero la sua assistente, la seguivo in tutto e alla fine mi arrivava sempre un pezzo di impasto tutto per me per provare a preparare i miei gnocchi.
Di solito li facevo sempre diversi dai suoi per riuscire a riconoscerli, se per rigarli usava la forchetta allora io usavo la grattugia del formaggio rovesciata, e viceversa.
E’ incredibile come mi ricordi tutto di mia nonna, anche se ormai se né andata da molto tempo.
E’ stata la mia più grande maestra di vita e i suoi insegnamenti e la fiducia incondizionata che mi trasmetteva non mi abbandoneranno mai.

Ma torniamo alla ricetta prima che mi cada qualche lacrimuccia, sono talmente abituata a preparare gli gnocchi in casa che la prima volta che li ho fatti da sola, non ho nemmeno dovuto leggere la ricetta.
Ci credete che ho assaggiato solo una volta quelli confezionati e li ho trovati così diversi da quelli a cui sono abituata che non li ho più mangiati. Non sono cattivi ma quelli fatti in casa sono tutta un’altra cosa.
In genere li preparo con il ragù di carne, ma questa volta ho voluto condirli con un sugo di pomodoro e speck e spolverati di ricotta affumicata, sembra siano piaciuti perché tutti i piatti, dopo la scarpetta, erano completamente ri-puliti.


Vi segno qui le dosi corrette, ho dovuto pesarle apposta per scriverle qua nel blog, di solito faccio tutto ad occhio:


Ingredienti per 4 persone :

1 kg circa di patate ( le mie erano 900 grammi)
300g circa di farina 00 bio
1 uovo bio
Sale

Per prima cosa, lavate molto bene le patate in modo da eliminare tutta la terra.
Mettetele in una pentola , ricoperte d’acqua e lessatele per circa 30 minuti, verificate con una forchetta che siano effettivamente morbide altrimenti prolungate la cottura.
Una volta cotte vanno spellate e passate nello schiacciapatate.


Mettete la purea di patate in un piano di lavoro infarinato (io per comodità ho iniziato ad impastarle direttamente nella terrina), praticate un foro al centro e mettete l’uovo, metà della farina e il sale.


Impastate bene tutti gli ingredienti con le mani e continuate ad aggiungere altra farina finché non ottenete un composto omogeneo ma non troppo duro.


A questo punto, formate dei filoncini e tagliateli della dimensione che volete dare ai vostri gnocchi.


Per rigarli ho utilizzato uno strumento antichissimo che non può sicuramente mancare nelle vostre cucine…. LA FORCHETTA!!!
Basta infarinare la forchetta e premere leggermente gli gnocchi.
Appena pronti metteteli nei piatti  (infarinati mi raccomando, altrimenti si attaccano), finché non andrete a cucinarli.


Per la cottura, basta portare ad ebollizione abbondante acqua salata, tuffate gli gnocchi, quando risalgono in superficie, prelevateli con un mestolo forato, in modo che l’acqua in eccesso scoli via.
Condite gli gnocchi secondo i vostri gusti, ma serviteli ben caldi.


Io li ho conditi con sugo facilissimo da prepare,  pomodoro e speck, e una spolverata di ricotta affumicata.

Questa è la ricetta del sugo:

Ingredienti (per 4 persone):

500g Passata di pomodoro
1 etto di speck tagliato a cubetti
½ cipolla bianca
Un pizzico di noce moscata
Sale
Olio extravergine di oliva

Tritate la cipolla e fatela soffriggere in alcuni cucchiai di olio extravergine di oliva, dopo alcuni minuti aggiungete la passata di pomodoro, lo speck , il sale e la noce moscata.
Lasciate cuocere a fuoco basso per almeno 10-15 minuti.
Quando la passata di pomodoro comincerà ad addensarsi il sugo sarà pronto.

Buon appetito!!!

venerdì 4 settembre 2020

TORTA AL CACAO NERA NERA

Questa torta è velocissima da preparare e si presta bene per una merenda golosa. Oggi mio figlio voleva per merenda una torta al  cioccolato nera nera, e in  poco tempo abbiamo preparato insieme questa torta. Che dite ci è venuta  abbastanza cioccolatosa?   Noi per sicurezza ce la siamo mangiata  spalmandoci sopra la Nocciolata della Rigoni di Asiago.





INGREDIENTI 

200 g Farina di farro

50 g Cacao amaro in polvere

3 Uova bio

1 cucchiaio di Nocciolata Rigoni di Asiago

70 g Olio di mais

200 g Zucchero

200 g Latte di avena

1/2 bustina di Lievito vaniliato


PREPARAZIONE 


  1. Versate in una ciotola le uova,il latte di avena, l’olio di mais e mescolate il tutto con una frusta. Versate poi piano piano la farina, il cacao e lo zucchero con il cucchiaino di lievito settacciati insieme. Mescolate bene il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.
  2. Foderate uno stampo da 24 cm con la carta forno e versate il composto. Infornate in forno già caldo statico a 170 gradi per 30 minuti circa.Fate la prova stecchino (che dovrà essere asciutto) e sfornate.
  3. Buona merenda !

sabato 8 agosto 2020

CIAMBELLA YOGURT E MIELE

Oggi mi sono fatta coraggio e nonostante il caldo ho acceso il forno per preparare questa ciambella, perfetta per la colazione. Avevo un vasetto di yogurt si soia alla vaniglia prossimo alla scadenza e ho pensato che si sarebbe abbinato bene al miele.



INGREDIENTI
2 vasetti farina 00 bio
1 vasetto di fecola di patate
1 vasetto di miele di limone Rigoni di Asiago
1/2 vasetto do olio di mais o girasole
3 uova
1 bustina di lievito per dolci
1 vasetto di yogurt di soia alla vaniglia
1 cucchiaio di zucchero
1/2 limone 
Zucchero a velo

PREPARAZIONE 

Per preparare questa torta si utilizza il vasetto come misurino. 
In una ciotola, mescolate con le fruste elettriche le uova, lo zucchero e lo yogurt. Aggiungete il miele, la scorza gratuggiata di mezzo limone, la farina setacciata, la fecola, il lievito e aggiungete a filo l'olio. 
Dovete ottenere un composto liscio ed omogeneo.  
Versate l'impasto in uno stampo da ciambella apribile, il lato ed infarinato.
Infornate in forno già caldo a 170 gradi statico. Per circa 35 -40 minuti. Fate sempre la pro a dello stecchino per vedere se la torta è cotta.
Appena la torta si sarà raffreddata, toglietela dallo stampo e spolveratela con lo zucchero a velo. 
Buona colazione!!!

sabato 1 agosto 2020

SPAGHETTI di Zucchine con pomodorini

Nelle giornate più calde, nessuno ha voglia di mettere a bollire l'acqua per la pasta, vi propongo quindi questi spaghetti di zucchine che sono decisamente più invitanti con il clima torrido di questi giorni. 
Questa semplice ricetta sarà perfetta per i vostri amici vegetariani, ma sono sicura che piacerà a tutti.
Io gli spaghetti li ho lasciati “crudi”, per lasciare intatte tutte le vitamine delle zucchine. Che tra l'altro sono veramente ipocaloriche rispetto alla pasta, quindi perfette anche per chi è a dieta. 
Per realizzare gli spaghetti serve un particolare strumento, una specie di grosso temperino, che serve proprio per tagliare le verdure in questo modo. Lo vendono un po' ovunque è facile da trovare.



INGREDIENTI PER 3 PERSOLE

3 zucchine piccole
15 pomodori datterino
parmigiano stagionato almeno 36 mesi
Qualche ciuffo di insalatina
olive Taggiasche denocciolate (opzionali)
Olio extravergine d’oliva
Sale

PREPARAZIONE 
Lavate asciugate le zucchine, privatele, delle estremità e tagliate gli spaghetti di zucchine con l’apposito attrezzo, inserendo la zucchina, tenendola dalla parte superiore, e ricavando gli spaghetti vegetali.
Aggiungete i pomodorini tagliati a rotelle, l'insalatina e le olive taggiasche.
Condite il tutto con olio extravergine di oliva e sale, mescolate e servite con scaglie di parmiggiano.

lunedì 27 luglio 2020

TORTA 4/4 (senza lattosio e senza lievito)

La torta 4/4 o pound cake è una famosa ricetta di base che permette di fare una torta con solo 4 ingredienti: la farina, lo zucchero le uova e il burro nella stessa quantità,  da qua il nome 4/4. Ad esempio con 4 uova del leso di circa 250g si devono mettere 250 g per ciascuno degli altri ingredienti. 
Non potendo però utilizzare il burro l'ho sostituito con l'olio, ed ne è uscita comunque una torta fantastica. 
Per sostituire il burro con l'olio dovete regalarvi così, 2/3 del peso sarà olio il resto acqua. Quindi su 250 g ci vogliono circa 160 g e 80 g di acqua. 
Posso assicurarvi che anche così era perfetta soffice, per una super colazione e se volete è un'ottima base da farcire.



Ingredienti:
4 uova bio
250 g di farina bio 00
250 g di zucchero di canna
162 g di olio di mais bio 
83 g di acqua 
La scorza di un limone bio
zucchero a velo per decorare

Preparazione:
In una ciotola montate le uova con lo zucchero, per almeno 10 minuti, fino a quando il composto non diventa molto gonfio e spumoso. Le uova devono essere a temperatura ambiente
Meglio se potete utilizzare le fruste elettriche. La torta verrà alta e soffice senza lievito.

Aaggiungete a filo l'olio e l'acqua continuando a far mescolare con le fruste.
Infine incorporate la farina a pioggia e la scorza di limone.
Versate il composto in uno stampo da 24/26 cm, previamente oliato e infarinato e infornate a 170° per 40 minuti circa.
Quando la torta è fredda decorate con lo zucchero a velo.