sabato 21 novembre 2020

Seppie in umido alla veneziana

Le seppie in umido a Venezia sono dette anche "in tocio", perché la parte più gustosa di questo piatto è proprio il sughetto, quindi è d'obbligo la scarpetta con il pane o la polenta. 

Questa ricetta è della famiglia di mia mamma,  veanziana da generazioni. Io però non ho messo il nero di seppia anche se la ricetta originale lo prevede, preferisco la versione "in rosso" ma se volete mettetelo pure. Ve lo inserisco comunque nella ricetta.



INGREDIENTI:

1kg di seppie lavate e pulite.
2 neri di seppia
1/2 cipolla
olio Extravergine di oliva
passata di pomodoro
vino bianco
sale e pepe

Preparazione:
Prendete le seppie pulite e lavate. Tagliatele a pezzi non troppo piccoli.Mettete sul fuoco una padella di media altezza e fate saltare la cipolla tagliata a pezzettini, con olio di oliva.
Prima che il soffritto prenda colore aggiungere le seppie e fatele rosolare.
Aggiungere il sale, ma non esagerate, le seppie sono già salatine, aggiungete il pepe e se volete le due sacche di nero.
Mescolare bene con un mestolo di legno, aggiungendo un bicchiere di vino bianco.
Appena il vino è evaporato,  aggiungete 3-4 cucchiai di passata di pomodoro.
Cuocere a fuoco lento con la pentola semicoperta per 20 minuti. se serve aggiungete dell'acqua in piccole quantità.

Buon appetito!

mercoledì 11 novembre 2020

San Martino

L'11 Novembre è tradizione nella provincia di Venezia preparare il dolce di San Martino. Se dovessi spiegare a persone di altre province di cosa si tratta potrei definirlo un super biscotto di pasta frolla farcito di glassa e cioccolatini e caramelle. 
Nella versione più antica veniva preparato anche con la cotognata. 
Il dolce ha la forma di un cavaliere con la spada e il mantello.
La leggenda racconta che San Martino stava galoppando quando incontra per strada un poveretto che stava congelando per il freddo. Allora il santo prende la spada taglia a metà il suo mantello e lo dona al povero. Poco dopo il clima si riscalda ed esce una calda giornata di sole da qui  l' estate di San Martino.




INGREDIENTI 
( per la frolla):
300 g di farina 00
90 g di zucchero
70 g di olio di mais
scorsa di mezzo limone
4 cucchiai di latte di soia
1 uovo
1/2 cucchiaino di lievito vanigliato

(per la glassa):
300 g di zucchero a velo
1 albume
alcune gocce di limone
Colorante alimentare

(per le decorazioni):
Cioccolatini 
Smarties 
Caramelle
Palline di zucchero argentate

PREPARAZIONE.
Per prima cosa preparate la pasta frolla.
In una ciotola unite l'uovo allo zucchero e mescolate fino ad ottenere una consistenza cremosa.
Aggiungete la farina setacciata e continuando a mescolare il latte , l'olio e la scorza grattugiata del limone.
Impastare bene il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Mettete l'impasto in frigo per 30 minuti avvolto dalla pellicola trasparente poi stendete la pasta spessa circa un cm e tagliatela a forma di San Martino. Io ho utilizzato uno stampo ma se non l'avete potete disegnare il San Martino in un foglio di carta da ritagliare e usare come traccia per tagliare la pasta.
Si cucina in forno statico già caldo a 170 gradi per 15 minuti o comunque finché la.frolla non comincia a diventare dorata.

Lasciate raffreddare la frolla e preparate la glassa mescolando gli albumi, lo zucchero a velo e il limone.  Potete colorare la glassa con del colorante alimentare. Decorate il San Martino mettendo la glassa in una sac a poche, aggiungete cioccolatini e caramelle e lasciate indurre per almeno 12 h.

domenica 8 novembre 2020

Torta soffice al cocco

Ho provato molte versioni di torta al cocco, questa è sicuramente quella che preferisco, perché resta morbida e servita con un po' di cioccolato e della panna (senza lattosio) è davvero squisita. 

Provatela e fatemi sapere se vi è piaciuta sono sicurissima che se amate il cocco come me, non potrete resistere e rifarla. 




INGREDIENTI per uno stampo da 20 cm

PREPARAZIONE:

In una ciotola mettete la farina 00 il lievito per dolci setacciati. Aggiungete lo zucchero di canna e le uova. Mescolate bene fino ad ottenere un composto chiaro ed omogeneo.

Unite il latte vegetale (per me di avena), l’olio e continuate a mescolare eliminando eventuali  grumi. Quando il composto risulterà ben amalgamato aggiungere la farina di cocco e lavorare energicamente il composto.

Rivestire con carta forno lo stampo di 20 cm di diametro, versare tutto l'impasto e cuocete in forno già caldo a 170 gradi per circa 30 minuti.

Prima di sfornare verificare la cottura con uno stecchino, perché i tempi di cottura possono variare da forno a forno.

Quando si sarà raffreddato spolverizzare abbondatemente con lo zucchero a velo prima si servirla.