mercoledì 14 luglio 2021

Come fare i germogli di alfa alfa in casa

Per prima cosa procuratevi i semi di alfa alfa, dopo di che vi serve un germogliatore a vasetto come il mio o un vaso di vetro ricoperto con una garza. 

Deve essere abbastanza grande da permettere ai semi di germogliare e di avere ancora abbastanza spazio perché intorno circoli un po’ d’aria. 

Preparazione:

- Riempite d’acqua il recipiente fino a coprire i semi e lasciate a bagno per almeno 8-10, io li lascio tutta la notte.

Scolate l’acqua dal recipiente. Sciacquate i semi 2 volte in tutto. Questa operazione va ripetuta due volte al giorno, non lasciandoli più  in ammollo. 



- Dopo 4-5 gg si possono mangiare i germogli, avranno raggiunto i 3/4 cm di altezza.

- Ricordatevi sempre di sciacquarli due volte al giorno, è molto importante. Una volta pronti si possono conservare in frigo per alcuni giorni.

Li potete utilizzare per diverse ricette. Io questa volta mi sono preparata una piadina, con bresaola di tacchino.



domenica 27 giugno 2021

Hamburgher con germogli di alfa alfa

Per la cena di oggi ho preparato degli hamburgher con dei germogli di alfa alfa, entrambi preparati in casa da me. Che soddisfazione fare tutto in casa con le proprie mani. 

Non avevo in casa il classico pane per gli hamburgher, ma aggiungendo qualche salsa, ad esempio un po' di maionese sarebbero venuti dei panini fantastici. 



INGREDIENTI per 3 hamburgher

400 g di carne macinata

1 cucchiaino di paprika 

1/4 cipolla

2 cucchiai di pangrattato

Insaporitore ARIOSTO


PREPARAZIONE

Tagliate molto sottile la cipolla, e aggiungete la alla carne macinata, aggiungete la paprika e l'insaporitore Ariosto.

Mescolate molto bene il composto e aggiungete il pane grattugiato. Quando sarà ben amalgamato, dividete il composto in 3 parti uguali, e utilizzando l'apposito strumento, date forma agli hamburgher. 

Cuocete sulla griglia o su di una padella antiaderente per 5 minuti per lato. Serviteli ben caldi ricoperti di germogli di alfa alfa e pomodori. Se piace potete accompagnarli con delle salse. 

Nel prossimo post vi spiego come fare i germogli in casa.

venerdì 28 maggio 2021

BOVOETI o BOVOLETTI o BOGOI o CHIOCCIOLINE

Ho postato questa ricetta un bel po di tempo fa, ormai è finita nel dimenticatoio ma oggi ho deciso di riproporvela.



Questa è una ricetta tipica veneziana, che non può assolutamente mancare il giorno del redentorore,  festeggiato a Venezia il terzo sabato di luglio, con fuochi d’artificio e festeggiamenti fino all’alba.

Sto parlando dei “BOVOETI”.
Si tratta di chioccioline bianche striate di nero, che si trovano da aprile a ottobre in prossimità dei litorali. Al mattino presto o dopo una pioggia si vedono spuntare numerosi.
Sono un piatto tipico, che facilmente di può trovare nei “bacari” (chioschi) in giro per calli e campielli veneziani, o nelle sagre di paese di tutto il veneto e si accompagna con una bella “ombra de vin bianco” (un bicchiere di vino bianco).
Se non avete tempo di raccoglierli, potete acquistarli in pescheria, dove li vendono confezionati in retini da un kg o in gatronomia, dove è facile trovarli già pronti.

Comuqnue non sono difficili da preparare bisogna solo avere un po’ di tempo.


Ingredienti:

1kg di Bovoletti
Olio extravergine di oliva
Aglio
Sale
Pepe

Preparazione:

Prima di cucinarli bisogna metterli a “spurgare” in una terrina, per almeno un paio d’ore, in acqua e sale, coprendoli con un un piatto per non farli scappare.
Lavateli molto bene sotto l’acqua corrente e metteteli in una pentola con l’acqua fredda.
Vanno messi sul fuoco bassissimo, perché i bovoletti sentendo il calore escono dal guscio.
Quando sono usciti quasi tutti, aggiungere il sale e alzare il fuoco, finchè non si forma una schiuma bianca, a questo punto sono cotti.
Scolateli e metteteli in una terrina con una bella spruzzata di pepe, aglio tagliato a pezzettini.

Conditeli con un po’ di olio extravergine di oliva e lasciateli riposare per alcune ore prima di servirli. Il giorno dopo sono ancora più buoni.


Buon appetito!


mercoledì 26 maggio 2021

ZUCCHINE TONDE RIPIENE AL TONNO

 



In questi giorni comincia a fare veramente caldo, molto presto non potrò più accendere il forno, senza ricevere occhiatacce e segnali inequivocabili dall’altro abitante di questa casa :) .
Così ne approfitto di questi ultimi giorni per cuicinare il più possibile con il mio amato forno.
Oggi ho preparato delle zucchine ripiene. In genere le preparo con un macinato magro di carne ma oggi ho voluto cambiare e le ho prepare con il tonno.
Devo dire che sono mooooolto più leggere e ad essere sincera mi sono piaciute anche molto di più.
Questa quindi da oggi sarà la mia ricetta ufficiale per preparare le zucchine ripiene.

Ingredienti per due persone:

4 zucchine tonde di medie dimensioni
1 scatoletta di tonno da 160g ( per me AS DO MAR)
3 cucchiai di pan grattato
2-3 cucchiai di salsa di pomodoro
Olio extravergine di oliva
8-10 capperi
Parmiggiano

Preparazione:

Svuotate le zucchine aiutandovi con uno scavino (io ho usato quello della pedrini).


Mettete la polpa che avete tolto in una padella antiaderente e cuocetela con un po’ di olio extravergine di oliva, sale e salsa di pomodoro, finche la polpa delle zucchine non sarà diventata tenera.
Mentre la salsa cuoce, sgocciolate il tonno, mescolatelo al pan grattato e aggiungetelo nella padella con la salsa, aggiungete i cappere e cucinate ancora per alcuni minuti, in modo da amalgamare bene i sapori.
Se l’impasto si è asciugato troppo aggiungete un po’ d’acqua.
Cucinate per 5 minuti in acqua bollente e salata, le zucchine precedentemente svuotate con lo scavino.
Scolatele e asciugate, e quando si saranno intiepidite, riempitele fino al bordo.

Mettete le zucchine in una pirofila, unta con un filo d’olio extravergine di oliva, spolveratele di parmigiano e mettetele a cuocere a 180° in forno già caldo per circa 25 minuti.


E voilà! La cena è pronta, a me piacciono caldissime, ma sono molto buone anche tiepide.

BUON APPETITO!