venerdì 13 febbraio 2015

Ravioli di San Valentino

Ormai sono anni che il giorno di San Valentino non andiamo più a mangiare fuori.
In genere i ristoranti preparano sempre dei menù fissi con piatti molto particolari come ad esempio il risotto di fragole o il toast di gamberi, noi però siamo più per i piatti tradizionali così abbiamo deciso di uscire a cena il giorno prima o il giorno dopo.
C'è molta meno gente, il pesce è comunque freschissimo e possiamo mangiare quello che più ci piace. 
Poi il 14 si festeggia a casa, perchè è bello festeggiare tra di noi con qualche piatto creato apposta per l'occasione.
Ecco cosa ho preparato quest'anno: 


Sono dei ravioli integrali con fonduta di formaggio. 

Io che mangio derivati del latte ? Ebbene sì!
Da quando sono incinta la mia intolleranza è migliorata tantissimo, per cui ogni tanto mi concedo del formaggio. 

INGREDIENTI:
(Per la pasta)
100 g di farina integrale
100 g per pasta fresca Molino Rosignoli
1 uovo
2 cucchiai di olio extravergine di oliva 
sale 
(per il ripieno)
Formaggio Pecorino fresco
Prosciutto cotto
( Per la fonduta)
Fontina 
Acqua 

PREPARAZIONE:
Per prima cosa si prepara la pasta. 
Mescolate i due tipi di farina, il sale, sistemate la farina a fontana su di una spianatoia, impastate con un uovo due cucchiai di olio evo e un paio di cucchiai d'acqua. 
Lasciate riposare la pasta in frigorifero coperta da un panno umido per 20 minuti, trascorso il tempo di riposo, tirate la pasta il più sottile possibile su di un piano infarinato e ritagliate tanti cuori con delle formine taglia biscotti.
Per il ripieno tagliate il prosciutto e il pecorino in piccoli cubetti, posizioate il ripieno su di un cuore si e uno
no e sigillate ogni cuore bagnado i bordi con un po' d'acqua e schiacciando bene con una forchetta. 
Finchè l'acqua bolle, preparate la fonduta, sciogliendo la fontina con qualche cucchiaio di acqua o di latte. 
Cucinare in acqua salata i ravioli per 3-4 minuti. Mettete la fonduta nei piatti fondi e i ravioli sopra la fonduta.
Serviteli ancora molto caldi. 


 

domenica 1 febbraio 2015

Plumcake alle Mele al profumo di Cannella

Questo Plumcake è davvero leggerissimo e si può mangiare senza troppi sensi di colpa. 
L'ho preaparato con le mele e la cannella perchè è un abbinamento che io adoro, ma si può usare qualsiasi tipo di frutta, come ad esempio le pere e le gocce di cioccolato oppure le uvette o la frutta secca in genere.
Insomma diciamo che la base di questo plumcake è davvero versatile ma la cosa bella è che resta morbido per giorni, sempre se riuscite ad avanzarne, a casa mia è finito in un attimo...   



INGREDIENTI:

180 g di farina Molino chiavazza
100 g di zucchero di canna
2 uova bio
70 g di olio di mais Dante
1 bicchierino di marsala
80 ml di latte (per me senza lattosio)
1 mela grossa o due piccole
1/2 bustina di lievito vanigliato
1/2 cucchiaino di Cannella Tac-Al
scorza di un limone non trattato
un pizzico di sale
Zucchero a velo

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa bisogna montare le uova con lo zucchero con uno sbattitore elettrico, finchè non raddoppiano di volume e diventano chiare. 
Aggiungere l'olio, il latte, il marsala e le mele tagliate a cubetti non troppo grandi. 
Unite la farina, il lievito, il sale, la cannella e la scorza di limone grattata, mescolando dal basso verso l'altro per non smontare le uova. 
Oliate e infarinate uno stampo da plumcake da 25 cm (per me Pedrini). 
Inforate in forno già caldo a 180° per circa 35-40 minuti. 
Visto che i tempi di cottura cambiano molto da forno a forno, fate sempre la prova dello stecchino.

Una volta freddo, spolverate con abbondante zucchero a velo. 




mercoledì 28 gennaio 2015

SBRICIOLATA AL CIOCCOLATO CON LA MARMELLATA

Lo so che durante la gravidanza bisogna stare attente a non prendere troppo peso, ma oggi avevo proprio bisogno di qualcosa di cioccolatoso. 
Non si può mica restare con le voglie altrimenti il bimbo mi nasce con una voglia di cioccolata magari proprio sulla fronte e chi glielo spiega poi che gli è venuta perchè la sua mamma non si è mangiata una bella fetta di torta finchè lo aspettava. 

Non avendo voglia di sperimentare nuove ricette ho rifatto la mia torta sbriciolona (o sbriciolata), in versione dark.
 
 
Vi rimetto la ricetta rivista, ma se volete l'originale la trovate qui

INGREDIENTI:

310 g  di farina 00 Molino Rosignoli 
40 g di cacao amaro
160 g di zucchero di canna
2 uova Bio
2 cucchiai di liquore Marsala
90 g di olio di mais Dante 
2 cucchiaini di Succo di limone Polenghi  
1 cucchiaino raso di lievito vanigliato


PREPARAZIONE: 

In una ciotola capiente mettete la farina già ben mescolata al cacao, il lievito, lo zucchero e un pizzico di sale.
Aggiungete le uova, due cucchiai di Marsala (o altro liquore dolce) l'olio, due cucchiaini di succo di limone  e mescolate fino ad ottenere un composto "bricioloso".
Rivestite una teglia apribile da 26 cm di diametro con della carta da forno, e mettete 2/3 del composto, schiacciatelo leggermente con le mani e splamate sopra la marmellata a piacere. Io ho utilizzato un intero vasetto di marmellata di albicocche, ma potete usare quella che più vi piace.
Ricoprite con il composto rimanente e infonate in forno già caldo, non ventilato a 180° per 35 minuti circa.
Togliete dal forno e lasciate raffreddare. Se volete prima di  servire spolverate la torta con dello zucchero a velo vanigliato.