domenica 30 settembre 2012

I CSANZÖI o CASUNZIEI DEL COMELICO



Quando si pensa ad un piatto tipico del cadore, sicuramente si pensa ai Casunziei, che sono una pasta ripiena a forma di spicchio che di solito viene condita con il burro e la ricotta affumicata.
Vengono preparati con farina acqua e pochissime uova, perché le uova un tempo erano un bene prezioso per la gente di montagna e vanivano usate come merce di scambio o per arricchire la tavola nei giorni di festa.
Ma i casunziei non sono tutti uguali, quelli che si mangiano a Cortina non sono uguali a quelli che si mangiano in Comelico .
A Cortina i Casunziei di solito contengono la rapa rossa, con aggiunta di noce moscata e semi di papavero, c’è chi dice che venivano preparati in questo modo per ricordare la bandiera austriaca (bianca e rossa),  mentre nel Comelico i casunziei che vengono anche chiamati CSANZÖI, vengono preparati con le patate , la cipolla, l’erba cipollina, o con l’aggiunta di erbe aromatiche reperite dai prati in base alla stagione.
Nel corso degli anni questo piatto si è arricchito di altri elementi ma io li ho voluti preparare come si faceva un tempo, con gli alimenti poveri della tradizione montanara, utilizzando gli strumenti di allora, le mani per impastare, il mattarello per assottigliare la pasta, un bicchiere per dare loro la forma…








  
INGREDIENTI (per 4 persone):

Per la Pasta:

200g di farina  Molino Chiavazza1 uovo
Acqua

Per il ripieno:
2 patate piccole
½  Cipolla
Erba cipollina Tec-Al
Noce moscata  Tec-Al
Sale
Olio extravergine di Oliva

Per il condimento:
Burro ( o olio extravergine di oliva)
Ricotta affumicata


PREPARAZIONE:

La prima cosa da fare è preparare la pasta.
Su di una spianatoia, mettete la farina fontana, rompete in centro l’uovo, e amalgamate bene gli ingredienti, con i pugni, aggiungendo un po’ d’acqua,  fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Mettetelo nella carta trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.
Nel frattempo preparate il ripieno. Lessate le patate finchè non saranno morbide.
Tagliate la cipolla in piccoli pezzi, fatela soffriggere con un po’ d’acqua e di olio extravergine di oliva, aggiungete le patate schiacciate, il sale a piacere, la noce moscata e l’erba cipollina.
Cuocete per alcuni minuti poi spegnete e lasciate raffreddare.
Stirare la pasta in una sfoglia sottile un paio di millimetri, tagliate con il bicchiere tanti cerchi e su ognuno mettere un po’ del ripieno. Bagnate i bordi e chiudete i cerchi a mezzaluna, facendo attenzione a chiudere molto bene i bordi in modo che il ripieno non fuoriesca in cottura.
Cuocete i casunziei in abbondante acqua salata finchè non vengono a galla e conditeli con burro ( o olio se li volete più leggeri) e una spolverata di ricotta affumicata.

Buonissimi!!

Con questa ricetta partecipo al contest del blog la cultura del frumento:

12 commenti:

  1. Bellissimi e buonissimi.
    Buon domenica
    Mandi

    RispondiElimina
  2. non li ho mai provati ma sembrano fantastici ,complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono semplici ma molto gustosi! ..
      Se ti capita di andare in comelico devi assolutamente provarli.

      Elimina
  3. Mhhh...che bontà!!! Li ho mangiati una volta in montagna...ma ora che hai postato la ricetta devo assolutamente provare a farli!

    RispondiElimina
  4. Sono un capolavoro di bontà!!Mi aggiungo ai tuoi lettori, ciao Eleonora

    RispondiElimina
  5. i tuoi Csazöi mi hanno fatto riaffiorare dei bei ricordi, grazie

    RispondiElimina
  6. Sono meravigliosi!!!! Che gran fame!!!!!
    Un bacione!!!!

    RispondiElimina
  7. Ne ho sentito parlare ma non li ho mai assaggiati. I tuoi sono perfetti e credo anche molto buoni!!!
    Baci

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti.